GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo
GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK - Edizioni San Lorenzo

GIUSEPPE DOSSETTI - Il Concilio Ecumenico Vaticano II - pres. Luciano Monari - E-BOOK

Prezzo di listino
$4.41
Prezzo scontato
$4.41
Prezzo di listino
$8.84
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Giuseppe Dossetti, Il Concilio ecumenico Vaticano II

VERSIONE DIGITALE - E-Book. Dopo aver effettuato l'ordine riceverete un link dove scaricare il file con la versione digitale del libro (nella cartella troverete varie estensioni di .epub .opf e vari tipi di pdf per i vostri device) 

 

Prolusione inaugurale per l’anno accademico 1994-95 dello Studio teologico interdiocesano di Reggio Emilia (Reggio Emilia, 29 ottobre 1994)

San Lorenzo, Reggio Emilia 1995

Indice

Presentazione (mons. Luciano Monari), v
Il Concilio ecumenico Vaticano II
I, 1
II, 3
III, 10
IV, 19
V, 29
VI, 39
VII, 49
VIII, 51

Dalla presentazione di mons. Luciano Monari

 

Naturalmente sarebbe mio compito fare una presentazione di don Dossetti ma questo mi ha messo in imbarazzo. (...) Don Giuseppe ha avuto un'esistenza piena e varia: la formazione a Cavriago e a Reggio, gli studi universitari e l'insegnamento di diritto ecclesiastico a Modena, l'impegno partigiano di presidente del CLN di Reggio, l'impegno politico nella DC, il contributo all'Assemblea Costituente, il cammino sacerdotale e l'attività nella Chiesa di Bologna, la partecipazione al Concilio accanto al card. Lercaro, la vita della Piccola Famiglia dell'Annunziata a Bologna, in Terra santa, in Giordania...Come potere dire tutto? E d'altra parte, anche ricordare tutte queste cose, forse non uscirebbe ciò che è più importante.

Mi è venuto in mente, allora, che alcuni martiri, interrogati sulla loro identità, sulla loro origine rispondevano invariabilmente: "Sono cristiano". Ecco, vediamo don Giuseppe così, e lo accogliamo così: come cristiano. L'abbiamo invitato perché è un testimone diretto del Concilio nel quale riconosciamo davvero un evento dello Spirito e che vorremmo imparare a conoscere e ad amare. Per questo gli abbiamo chiesto una testimonianza.

Vorremmo semplicemente che ci confortasse con la sua fede, e speriamo che anch'egli possa avere conforto riconoscendo la medesima fede in noi. Come scriveva san Paolo ai romani manifestando il desiderio di andare da loro; dice: "Per comunicarvi qualche dono spirituale perché ne siate fortificati, o meglio, per rinfrancarmi con voi e fra voi mediante la fede che abbiamo in comune, voi ed io".

mons. Luciano Monari

 

Dal capitolo VI della pubblicazione

"Importanti sviluppi applicativi dei principi enunciati nei primi tre capitoli della Lumen Gentium si trovano nei capitoli seguenti della stessa costituzione.

Nel capitolo quarto vi è l'affermazione della insurrogabilità della missione e del contributo dei laici all'opera complessiva della salvezza affidata alla Chiesa.

Nel capitolo quinto è ampiamente ribadita l'universalità dell'unica vocazione alla santità nella Chiesa, sia per i membri della gerarchia e sia per i laici.

Nel capitolo sesto è trattata, in modo forse scarsamente approfondito, la natura e l'importanza dello stato religioso.

Nel capitolo settimo si propone, con accenti forse un po' nuovi, l'indole escatologica della Chiesa pellegrinante e la sua comunione attuale con la Chiesa celeste.

E finalmente, nel capitolo ottavo, è compiuto un passo in avanti nel delineare la funzione, nell'economia della salvezza, della beata Vergine Maria: della quale è rivendicato in modo più sostanziale e rigoroso il titolo primario di Madre di Cristo, unico mediatore, e quindi di Madre della Chiesa e suo archetipo pienamente realizzato.

don Giuseppe Dossetti